Dalla Scuola dell'Infanzia all'Università

La presentazione su schermo, fatta da un bambino della Scuola dell'Infanzia, è sempre ricca di spettacolo. Il bambino è di per sé spettacolo, anche e soprattutto quando fa errori, si corregge, rifà errori e cerca solo in se stesso la forza per portare a termine la performance. Deve guardare la telecamera e non la maestra, che pure è là, a due metri di distanza, e non può intervenire. Nella Scuola dell'Infanzia la presentazione televisiva porta ad unità i sei campi di esperienza fissati dagli Ordinamenti.

Nel secondo video si vede una studentessa universitaria che compendia la sua tesina per gli esami in una presentazione su schermo di pochi minuti. In essa la studentessa spettacolarizza con una esposizione efficace e coerente, arricchita da scritte in sovraimpressione, alcuni capitoli del libro assegnato. In sede d'esame sarà valutata al 50% per il trattamento dei contenuti studiati e al 50% per la resa comunicativo-spettacolare della performance offerta ai compagni di corso, a cui il video è diretto per lo studio e la preparazione dell'esame complessivo.