"Parlare, che emozione!"

Il video presenta un alunno con difficoltà di verbalizzazione che si misura a tu per tu con la telecamera. Dall'esperienza acquista forza e consapevolezza. Il caso offre l'ennesima prova della validità pedagogica della scrittura con il corpo e la parola, messi assieme dalla televisione. La separazione corpo-mente operata dall'alfabeto è perfettamente superata dalla scrittura audiovisiva.