TULLIO SIRCHIA
Tullio Sirchia        L’AUTORE

In principio era la PAROLA
Giovanni Evangelista

In principio era l’AZIONE
Wolfang Goethe

La televisione non va né aggredita,
né colpevolizzata, né difesa:
la televisione è!

Gigi Proietti

 

Tullio Sirchia nasce a Salemi, in provincia di Trapani, il 1 gennaio1940. Diplomato in Vigilanza Scolastica all’Università di Palermo e laureato in pedagogia all’Università di Torino, insegna a Milano e Firenze e dirige dal 1974-2005, ininterrottamente, il 2° Circolo Didattico di Erice-Trentapiedi, in provincia di Trapani.

Nell’anno scolastico 1975-76 attiva nella scuola una struttura laboratoriale con un centro di redazione e stampa e uno studio televisivo. Nei laboratori le classi a turno producono manifesti serigrafici da affiggere nelle aule e nelle scuole, nei negozi e negli uffici del quartiere, giornalini scolastici da cui si ricavano libri in bianco e nero e a colori, video didattici trasmessi alle scuole e alle famiglie da emittenti televisive locali. I materiali didattico-culturali permettono ad insegnanti ed alunni di imparare a leggere e scrivere i linguaggi integrati della stampa illustrata e dell’audiovisivo, di valorizzare le qualità produttive della scuola, di rinnovare il curriculo, di studiare il territorio attraverso i materiali a stampa e in video realizzati in proprio.

Negli anni novanta avvia la digitalizzazione di tutto il sistema di produzione didattico-culturale e la pratica generalizzata nelle classi della lettura e della scrittura multimediale su scena (presentazione alla classe di un argomento di studio), su carta (produzione di pagine illustrate), su schermo (presentazione televisiva variamente spettacolarizzata).

Su questa base apre il dibattito sulle TRE CULTURE: umanistica scientifica e multimediale, sviluppa la nozione di alfamedialità quale cifra antropologica della contemporaneità, progetta la Scuola Alfamediale quale luogo della formazione della mente globale (logos alfabetico ed olos audiovisivo) e della riambientazione simbolico-culturale della società globalizzata.

Negli anni scolastici successivi diverse scuole elementari, medie e superiori di Erice e Trapani adottano l’indirizzo alfamediale.
A supporto dell’attività di sperimentazione promuove diversi convegni di studio, cura la pubblicazione di atti, coordina la produzione di libri didattici, appronta a stampa e in video i materiali di documentazione e di formazione. Partecipa come relatore a convegni di studio in Italia e all’estero.

Nell’anno accademico 2003-04 insegna Alfamedialità a Sociologia della Comunicazione presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Palermo. Il corso ha per titolo: Linguaggi Società Sviluppo.

Va in quiescenza nel settembre del 2005 e promuove la diffusione del modello della Scuola alfamediale in diverse scuole della Sicilia e di altre Regioni. Il 19 luglio 2006 costituisce la Rete Scuole Alfamediali (RSA).

Sul versante della promozione sociale e culturale fonda a Salemi nel 1975 il circolo giovanile Arci “Ricostruzione” col proposito di dare un contributo alla rinascita morale e sociale del suo paese natale fortemente colpito dal terremoto del Belice del 1968. Il Circolo avvia un’ importante iniziativa culturale nel decennale del terremoto (una mostra fotografica su Salemi 1878 – 1978), che favorisce la riscoperta storico-culturale-urbanistica del centro storico di Salemi e il suo recupero.

Sul versante del volontariato sociale e solidale ricopre dal 1995 al 2009 la carica di Presidente del Comitato Provinciale di Trapani per l’Unicef, fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia.